Teatro Sette

Michele La Ginestra e Sergio Zecca dirigono una conferenza rapida e piena di risate presentando il cartellone della nuova stagione del teatro Sette di via Benevento. Roccaforte della commedia di qualità, la bella struttura romana promette un lungo anno all’insegna di drammaturgie leggere e di successo proponendo spettacoli già portati in scena in passato e inediti dalle ottime premesse

La stagione inizierà con un nuovo ciclo di repliche di “B.L.U.E. – Il musical completamente improvvisato” (25 – 30 settembre). Al suo secondo anno consecutivo, portato in scena dal gruppo dei Bugiardini, “B.L.U.E.” sarà uno spettacolo diverso ogni sera grazie alla capacità incredibile che l’intero cast ha nell’improvvisazione e sopratutto al contributo dei suggerimenti del pubblico. Imperdibile soprattutto perché anche tutte le canzoni e gli accompagnamenti musicali sono inventati al momento.

Si continua con “Chi muore si rivede” (2 – 7 ottobre), un lavoro che userà il ciclismo come metafora per parlare di vita e di morte: sarà una commedia black realizzata con la supervisione artistica di Nicola Pistoia.

Andrà quindi in scena “Imparare ad amarsi” (9 – 21 ottobre) con Pino Insegno e Alessia Navarro: annunciata come “divertentissima”, l’opera è la riduzione italiana di uno spettacolo campione di incassi in Francia che per questa occasione sarà accompagnata dalle musiche originali di Bungaro ed Antonio Fresa.

La settimana successiva inizieranno le repliche di “Restiamo amici lo dici a tua sorella” (23 ottobre – 4 novembre): copione originale di Massimiliano Bruno e Sergio Zecca, il lavoro torna in scena dopo tantissimi anni e promette risate in pieno “stile Teatro Sette”.

L’autunno vedrà quindi avvicendarsi “A cuore aperto” (6 – 18 novembre), altro atteso ritorno di un testo scritto da Patrizio Cigliano che farà sorridere e commuovere e “Come Cristo comanda” (20 novembre – 16 dicembre), lo spettacolo scritto da Michele La Ginestra ed interpretato da La Ginestra stesso e Massimo Wertmuller, sold out ogni sera nella scorsa stagione e che torna sulle scene a grande richiesta.

Di nuovo un’opera francese sarà proposta al pubblica a cavallo tra il 2018 e il prossimo anno: “Pigiama per sei” di Marc Camoletti (18 dicembre – 13 gennaio) è una commedia ricca di gag ed equivoci interpretata da Sergio Zecca e Marco Zadra.

L’ultimo atto di “Stremate” (15 gennaio – 10 febbraio), l’ormai celebre saga scritta da Giulia Ricciardi, arriva alla sua conclusione con il cast storico: la stessa Ricciardi, Beatrice Fazi e Federica Civola alle quali si aggiunge la giovane Ludovica Di Donato.

Al Sette trova posto anche la brillante scrittura di Ray Cooney: “Se devi dire una bugia… è meglio dirla grossa” (12 febbraio – 3 marzo) porterà in scena un nutrito cast alle prese con un testo brillante e adattato per il pubblico italiano.

A distanza di ben 10 anni torna anche “Ago, Bianca e… uno e basta” (5 – 24 marzo), altro copione firmato da La Ginestra insieme al bravissimo Adriano Bennicelli per ridere ancora.

Tra gli spettacoli inediti si presenta come imperdibile “Noi, i ragazzi dello zio di Berlino” (26 – 31 marzo): la compagnia Diciannoveeventi, con la partecipazione di Luis Molteni e sotto la regia di Marco Simeoli, racconterà una doppia storia con protagonisti gli anziani ed il muro di Berlino.

Altro inedito è “Toilet” (2 – 18 aprile): scritto, diretto ed interpretato da Gabriele Pignotta, il testo si preannuncia assolutamente interessante con un solo uomo come protagonista e il bagno di un’area di servizio come ambientazione.

La stagione si conclude con “Amici per la pelle” (30 aprile – 19 maggio): Massimo Wertmuller torna al Sette con Rodolfo Laganà e, diretti da Stefano Reali, i due attori racconteranno la storia dolceamara del più giovane martire della Resistenza durante la seconda guerra mondiale.

Una stagione che dunque segue la tradizione del teatro Sette e che oltre alla ricca selezione di spettacoli proporrà come sempre i laboratori teatrali supervisionati da Sergio Zecca. Inoltre il teatro continuerà a percorrere la strada della solidarietà attraverso la propria Onlus e destinando gli incassi di alcune repliche a progetti di beneficenza.

Gabriele Amoroso

 

 

Licenza Creative Commons

Quest’ opera di

https://brainstormingculturale.wordpress.com/
è concesso in licenza sotto la
Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported

Based on a work at brainstormingculturale.wordpress.com