Aspettando una chiamata

Un esilarante monologo fa di Matteo Cirillo il mattatore del Roma Fringe Festival

La disperata ricerca di un lavoro può portare a compiere gesti sconsiderati ma in alcuni casi porta anche a creare alternative che si trasformano in geniali spettacoli teatrali. “Aspettando una chiamata” è un monologo, presente al Fringe Festival di Roma 2017, destinato ad occupare sicuramente altri palcoscenici

Il giovane e bravissimo autore e attore, Matteo Cirillo, si rende protagonista di un vero e proprio recital ricchissimo di battute e situazioni esilaranti, scritte ed interpretate con talento e genio.

La ricerca di un lavoro è un argomento già ampiamente trattato su più fronti, spessissimo in modo drammatico ed opprimente: Cirillo, al contrario, inventa una storia incentrata sull’utilizzo del tempo libero in attesa, appunto, della chiamata.

La rappresentazione si riempie dunque di momenti in cui l’interprete racconta espedienti e circostanze al limite del surreale, facendo colpo con una serie di battute da applausi a scena aperta.

Accompagnato da suo fratello Claudio alla chitarra, Matteo, instancabile, padroneggia il palco con una sicurezza eccezionale, è bravissimo, sa di esserlo, e tiene tutto sotto controllo con una faccia da schiaffi da manuale.

“Aspettando una chiamata”, seppur ricco di note dolceamare, si candida ad essere il miglior lavoro comico del Roma Fringe Festival 2017.

Gabriele Amoroso

Foto: Lisa Marziani

 

 

Roma Fringe Festival 2017Villa Mercede

Palco C, 10, 12settembre ore 22:30, 11 Settembre ore 19:30

– – –

La rivoluzione delle sedie

di e con Matteo Cirillo

 

 

creative commons

Quest’ opera di

https://brainstormingculturale.wordpress.com/
è concesso in licenza sotto la
Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported

Based on a work at brainstormingculturale.wordpress.com