Donne al parlamento

Le ambizioni degli uomini e delle donne messe in contrasto tra le risate

All’interno della prima edizione del Teatro Marconi Festival trova spazio una versione brillante e sagace di “Donne al parlamento” celeberrima commedia di Aristofane. Un esempio di teatro che restiutisce dignità e rispetto allo stesso, per il pubblico e per chi lavora all’interno

Un piccolo gruppo di donne ateniesi riesce ad avere accesso all’assemblea cittadina travestendosi da uomini e, una volta dentro, ottiene addirittura di far approvare un decreto in base al quale ogni potere legislativo viene concesso esclusivamente alla compagine femminile.

Ne deriva una serie di nuove leggi, le quali vanno oltre il comunismo e che metteranno a dura prova i desideri sessuali di uomini e donne senza distinzioni.

L’adattamento della celebre commedia gode di un respiro ricco di intelligenza e di ritmo, mentre il genio di Aristofane rimane immutato nei contenuti e nella estrema comicità di battute e dialoghi.

Tutto il reparto artistico lavora con disinvoltura e convinzione rendendo lo spettacolo godibile ed efficace nel suo sottotesto.

Il giovane e capace regista Lorenzo De Liberato crea una messinscena leggera e sobria che non stravolge l’opera originale e che è in grado di rendere la rappresentazione ancora più inquadrataprivandola quindi di espedienti tipici delle regie contemporanee, dirigendo oltretutto il cast  esaltandone le naturali doti recitative.

I giovani attori sono tutti pieni di una grande energia e di una abilità assolutamente coinvolgente: usano i tempi comici con una precisione invidiabile e intrattengono il pubblico con tutte le sfumature dell’umorismo, da quello tipicamente verbale a quello più surreale.

Assistere ai lavori di giovani compagnie così capaci conferma sempre come il teatro dimostri rispetto per il pubblico, per gli stessi attori e per il testo, prima di tutto: un teatro che merita fino all’ultimo l’applauso degli spettatori.

I bravissimi ragazzi in scena sono Francesca Bellucci, Ludovica Di Donato, Luisa Belviso, Irene Vannelli, Alessio Esposito, Lorenzo Garufo e Mario Russo.

Gabriele Amoroso

 

 

Teatro Marconi Festival Estate 2017

24 luglio

Donne al parlamento

di Aristofane

traduzione e adattamento di Valeria e Lorenzo De Liberato

regia Lorenzo De Liberato

con Francesca Bellucci, Ludovica Di Donato, Luisa Belviso, Irene Vannelli, Alessio Esposito, Lorenzo Garufo Mario Russo

 

 

creative commons

Quest’ opera di

https://brainstormingculturale.wordpress.com/
è concesso in licenza sotto la
Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported

Based on a work at brainstormingculturale.wordpress.com