diversamente Angeli

Maschere celate da angeli, quelli puri aiutano a volare

Poesie inebrianti dentro un mare che affoga gli animi nell’amore. diversamente Angeli, il primo libro di poesie di Fabio Chiarini. Meticolosa ricerca di sentimenti, sfaccettature diverse di una parola, Amore, che include diverse maniere di tenerezza, bene e desiderio.

Parlare di libri non è mai facile. Dimensioni oniriche fanno evadere e viaggiare con la fantasia chi legge. Al Teatro Millelire di Roma venerdì 24 gennaio, si è svolta la presentazione di diversamente Angeli, con la d minuscola, edito da Millelire. Libro di poesie in cui Fabio Chiarini si inoltra nel vasto mondo dell’amore, estrapolando le sue sfaccettature, i suoi significati. Intervistato da Fabrizio Caperchi responsabile di redazione de La Nouvelle Vauge magazine e letture curate da Jessica Zanella, Mariano Riccio e Daniel De Rossi.

La recente scomparsa di Lorenzo De Feo, direttore del Teatro ha comunque reso tutto possibile e l’atmosfera, nostalgica, ha girato intorno alla sua spinta per il libro e ai suoi consigli per la copertina che per la grafica e il titolo. La foto di copertina (Gabriele de Luca) vede due figure in primo piano, un gioco sul bianco e nero, lo ying e yang. Lo stesso autore Fabio Chiarini è in nero. In bianco Filippo, il suo compagno. I loro corpi dipinti con la tempera si abbracciano, si vogliono, si baciano. Un equilibrio, la condivisione che si ricerca con l’amore, la conoscenza profonda tra due anime affini che, accanto, desiderano solo il volare dell’altro, anche tra positività e negatività.

t’incontro nei miei sogni più intimi e fai delle notti una valle dell’Eden. (Angelo)

Fabio Chiarini scrive sin da piccolo. Molto giovane già si sa muovere per i suoi interessi. Laureato in lingue li coltiva con passione, mantenendo sempre costante l’uso dell’inglese e del francese, difatti le liriche del libro sono tradotte in inglese.
Si intuisce una scrittura vera, malinconica, dove si celano desideri e voglia di incontri-re incontri. Temi sociali toccati con candore come i versi volano nell’aria in modo semplice e senza sovrastrutture. Si viaggia tra la non distinzione dell’amore, si può anche amare una persona dello stesso sesso con forza e coraggio per andare avanti, un andare verso tutto e tutti. Paure sconfitte o da sconfiggere, affrontare se stessi, perché tutti siamo entità sottolineando che la diversità è relativa. Gli angeli possono essere eroi, a volte demoni dell’illusione, e la purezza è un’altra sfaccettatura da vivere. A volte mancanze.

perché chi sa affrontare sé stessi è davvero un eroe. (Affrontare sé stessi)

Domande, risposte, discorsi arrivano a far comprendere il problema del mercato della poesia, dell’approdo tecnologico dell’e-book, dei futuri appuntamenti dell’autore a Bruxelles, Parigi, Londra e Manchester per le presentazioni del libro. Il suo battersi per i diritti gay in Italia, della ricerca di un editore per un diario di bordo, appunti dei suoi viaggi. E di un accordo con l’Aletti Editore per poesie in italiano e tradotte in francese.

I miei desideri sono racchiusi nel tuo sorriso, e nel respiro sprigiona quella felicità che fa dileguare quel desiderio e si rifugia nella mia mente per donarmi momenti pieni di emozioni fino all’ultimo battito della sera. (Il tuo sorriso)

Il poeta è chi esterna i sentimenti, non è mestiere, ma passione che Chiarini esprime con timidezza come la sacralità di sfogliare le pagine del libro, sentirne il fruscio, toccarlo. E’ per questo che il cartaceo per lui ha valore. Come l’amore, appunto, semplicità, restrittiva apparenza, sussurrato tra le righe in cui le voci dei tre attori si muovono. Angeli, Illuso, Libertà di amarti, Angeli repressi, Neologismi, La morte di un angelo, Desiderio, le poesie lette ed infine Un dolce angelo, dedicata alla mamma, sua musa, sottolineando, anche, l’esistenza dell’amore materno. Eco di versi, essi sembrano nastri svolazzanti e colorati. Chi ascolta danza. Toni tangibili, toccano le corde dell’animo come lacrime sgorgano di emozione.

L’amore è semplice, love is such a game, come il silenzio che unisce, dialogo assoluto tra due persone, che per mano si accompagnano verso il loro destino. Volando.


Parlami in Silenzio

Sussurrami il silenzio,
che mi incanta con il tuo respiro,
parlami con parole mute,
attraverso i tuoi sorrisi,
abbracciami con le tue ali, mio angelo,
e poi stringimi con le tue braccia
affinché quando aprire quelle ali celestiali, spiccheremo il volo.

Incantami con i tuoi sguardi,
io ti ascolterò fino a quando il vento ci spingerà altrove,
e dove ci porterà nel nostro mondo.

Non finirò di ascoltare i tuoi gesti,
perché quella melodia senza suoni,
inebria i miei pensieri.

Non ho bisogno di avere l’udito,
perché riesco ad ascoltarti in ogni momento
in qualsiasi gesto che fai,
mio angelo silenzioso.

Annalisa Civitelli

Recensione pubblicata su blog mercuzionews.blogspot.it il 1 febbraio 2014

Maschere celate da angeli, quelli puri aiutano a volare

Licenza Creative Commons

Quest’ opera di

https://brainstormingculturale.wordpress.com/
è concesso in licenza sotto la
Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported

Based on a work at brainstormingculturale.wordpress.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...