Ho sognato di vivere

Variazioni sul tema del tempo in Roberto Vecchioni

Un ritratto inedito del professore-cantautore Vecchioni

Aldilà della classica biografia, un saggio che racconta Roberto Vecchioni da una
prospettiva completamente diversa. Filo rosso tematico: il tempo. E’ quest’ultimo
che, tra passato, presente e futuro, ci racconta qualcosa di più sul cantautore e sugli
uomini in generale

Sapete come si dice, no? La classe non è acqua e ognuno ha, di conseguenza, gli
spettatori che si merita”.

La scelta di aprire la recensione del saggio di Bonanno con questa frase non è casuale. Da sempre l’Italia è considerata la patria della “Canzonette”, delle dichiarazioni d’amore circondate da note musicali. Ma non a tutti però è data la
possibilità di avvicinarsi a cantautori del calibro e della complessità di Roberto Vecchioni.

Il motivo è banalmente presto detto: quello che scrive, quello che canta, non è per tutti. Ci vuole una certa profondità ed una certa “classe” per apprezzare e
comprendere quanto raccontato da questo famoso professore ormai prestato al mondo artistico. E questo libro non è da meno.

Se ci si aspetta una lettura semplice e scorrevole, che tutti più o meno possano intraprendere, si commette un grave errore. E’ scritto in maniera complessa, in certi passaggi quasi come se fosse un puro trattato filosofico, si potrebbe addirittura pensare che sia più uno sfoggio di capacità linguistiche e intellettive che altro. Ma non è con questo scopo che è stato scritto.

Si pone invece l’obiettivo di esporre una biografia in una maniera per nulla ordinaria e sicuramente per questo selettiva. Ed è così probabilmente che ci si deve porre quando si racconta la vita di una persona, e partendo da quella l’esistenza le storie di tanti e diversi uomini, così poco usuale.

Iniziando da un concetto semplice, come quello del “Tempo”, si disquisisce tra passato e presente, aprendo il campo ad una riflessione inedita sulla vita e la produzione artistica di Vecchioni che sicuramente finirà per essere un esempio per le future interpretazioni dell’opera del cantautore lombardo.

Ho sognato di vivere e sembrava tutto vero il tuo viso, le tue mani, i miei figli, il mio pensiero
anche il sole di domani non sembrava che passasse non sembrava un’illusione”.

I testi di Vecchioni riflettono sul senso effimero, illusorio, tragico, a volte estremo e spesso anche irrilevante, della vita. Quella degli eroi, visti però nelle loro fragilità. E quella degli anti-eroi, rappresentati, in una sorte di contrapposizione, a partire dalle loro grandezze. La grande cultura del cantautore, la cui accezione del “Tempo” parte da Parmenide per arrivare a Platone, in questo saggio si presta perfettamente a fare da spalla a discorsi più personali ed introspettivi, che finiscono inevitabilmente per toccare la sfera più interiore e volendo anche malinconica dell’uomo Roberto.

Nei testi delle sue canzoni, il “Tempo” finisce per legarsi ad altri temi cari all’artista quali il
Destino, il Caso, Dio e la Morte. Ricorrendo alla filosofia di Bergson, alla letteratura di Borges, alla poesia di Rimbaud e Verlaine, abbandonandosi a parole e rime; tra avanti e indietro, tra perdita e separazione, tra lontananza e distinzione, in un susseguirsi di straordinarie sfaccettature concernenti le relazioni umane, si esplica fino in fondo la personalità del cantautore-filosofo. Dedicato sicuramente agli amanti di Vecchioni, ma non solo; chi supererà la complessità del testo, potrà ritrovare tra le sue righe tratti che accomunano le storie di tutti noi.

Matilde de Bisogno

 

Mario Bonannno, giornalista e scrittore, da tempo è impegnato nella stesura di articoli e libri dedicati ai cantautori italiani. Per la casa editrice “Stampa Alternativa” ha pubblicato i seguenti testi: “Che mi dici di Stefano Rosso? Fenomenologia di un cantautore rimosso”; “Rosso è il colore dell’amore. Intorno alle canzoni di Pierangelo Bertoli”; “Io se fossi Dio. L’apocalisse secondo Gaber”; “La musica è finita. Quello che resta della canzone d’autore italiana”; “E’ vero che il giorno sapeva di sporco. Riascoltando Disoccupate le strade dai sogni di Claudio Lolli”.

 

 

Ho sognato di vivere. Variazioni sul tema del tempo in Roberto Vecchioni

Mario Bonannno

Grande Sconcerto – Stampa Alternativa

pagine 96

prezzo € 12,00

ISBN 978-88- 6222-601- 1

in libreria e su www.stampalternativa.it

 

 

 

Licenza Creative Commons

Quest’ opera di

https://brainstormingculturale.wordpress.com/
è concesso in licenza sotto la
Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported

Based on a work at brainstormingculturale.wordpress.com

Annunci