Lescano – Le dive dello swing

Un moderno Trio Lescano alla ricerca della celebrità

Nell’ambito della rassegna “Una stanza tutta per lei”, Valentina Ruggeri, Teresa Federico e Francesca Nerozzi omaggiano il celebre trio in un viaggio spiritoso fatto di sogni, illusioni e desideri. Tra lustrini e paillettes, speranze e fantasie, il loro successo è racchiuso in uno schiocco di dita

 Dal 27 al 30 aprile, al Teatro Brancaccino di Roma, è di scena la leggerezza della musica anni ‘30 con lo spettacolo Le dive dello swing, per la regia di Massimiliano Vado. Protagoniste dello show e autrici del testo con Giorgio Serafini Prosperi e lo stesso Vado, sono le superlative Ladyvette, trio italiano di musica swing, noto al grande pubblico per aver interpretato la colonna sonora della fiction di Raiuno Il paradiso delle signore.

Sugar, Pepper e Cherry (Valentina Ruggeri, Teresa Federico e Francesca Nerozzi), trio canoro dalle indiscusse doti vocali, vogliono rappresentare un musical sul Trio Lescano, attraverso cui sognano di raggiungere la sospirata celebrità. La loro strada è costellata da imprevisti di ogni tipo. Tra impresari truffaldini, pubblico d’avanspettacolo e scarso interesse per il loro repertorio, le tre artiste riusciranno a reinventarsi continuamente, nel tentativo di coronare i loro sogni di gloria.

Rappresentazione leggera e divertente, Le dive dello swing celebra il “sound rétro tornato recentemente di moda grazie alla riscoperta del vintage, sia dal punto di vista estetico sia artistico. Ciò si evince chiaramente già dalla scenografia, che utilizza dettagli in voga negli anni ’30, come il microfono dinamico, o altri elementi costantemente presenti in scena, come tre paraventi sui toni del rosa dietro i quali avvengono i cambi d’abito delle tre artiste.

Trucco, parrucco e costumi sono altri componenti cardine di questo allestimento. Le Ladyvette sono deliziose nei loro abiti d’epoca, tra tubini, vestiti in lamè e accessori di ogni foggia, così come lo sono le loro acconciature, tra boccoli e chignon. Dettagli fondamentali che si trasformano con loro durante tutto lo show, fino a diventare attuali, secondo i dettami della moda contemporanea.

La vera protagonista della pièce è, indiscutibilmente, la musica. In un’ora e un quarto di performance, il trio si esibisce senza sosta tra successi senza tempo, quali “Tuli tuli pan“, “Sola me ne vò per la città” e “Lollipop e Mr Sandman”, brani rock rivisitati in chiave polifonica come “Johnny B. Goode” e “Jingle Bells Rock” e melodie italiane di Laura Pausini, Irene Grandi e degli 883. Ad accompagnare le tre artiste vi è la carica esplosiva del pianista Roberto Gori, un concentrato di talento e musicalità allo stato puro.

Le dive dello swing regala un momento d’evasione frizzante e spensierato, così come lo è la sua colonna sonora. Un modo spassoso, ironico e talvolta surreale, grazie alle trovate registiche di Max Vado, per guardare la società e i suoi cambiamenti attraverso i sogni, le illusioni e i desideri di tre giovani cantanti che trovano nella musica swing la chiave del loro successo.

Sfondare nel mondo della discografia non è facile; d’altra parte, lo swing non è per tutti. Bisogna reinventarsi senza rinunciare alla propria identità, a dispetto dei condizionamenti mediatici di talent e social. Il segreto è uno solo: lavorare sodo e fare squadra, anche quando tutto sembra irraggiungibile. Sarà allora che i sogni diventeranno realtà, racchiusi, come nelle favole, in uno schiocco di dita.

Elena D’Elia

 

 

Teatro Brancaccino

Rassegna Una stanza tutta per lei

dal 27 al 30 aprile

Marioletta Bideri per Bis Tremila srl presenta

Ladyvette in

Le dive dello swing

regia Massimiliano Vado 

uno spettacolo di Teresa Federico, Valentina Ruggeri, Francesca Nerozzi, Giorgio Serafini Prosperi e Massimiliano Vado

con Valentina Ruggeri, Teresa Federico e Francesca Nerozzi

composizione e musiche dal vivo Roberto Gori

 

 

 

 

 

creative commons

Quest’ opera di

https://brainstormingculturale.wordpress.com/
è concesso in licenza sotto la
Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported

Based on a work at brainstormingculturale.wordpress.com