Login

Quando l’improvvisazione teatrale fa rima con social network

Con aspettativa alcuna ci siamo avvicinati al nuovo format de La Siti, Scuola Internazionale di Teatro all’Improvviso: Login. Anch’esso generato dai continui esercizi in aula, vede sempre il pubblico come fonte di ispirazione per creare ogni volta storie diverse 

Uno spettacolo vibrante e pieno di promesse è Login con la regia di Giorgia Mazzuccato, in scena al Teatro Studio Uno dal 19 al 29 gennaio, con Marco AllegrettiMaria Beatrice AlonziPaolo BeriniSimone CongedoSimona Faustino VentapaneSara FraiettaSilvana LagrottaEmanuela GhiniGiorgia MazzucatoDario PalteraMaria Teresa RobustoViviana Valastro e Mauro Vottari

login_19-22-gennaio_teatro-studio-uno_foto3

La Mia Compagnia, ensemble di improvvisazione teatrale fondata e diretta da Giorgia Mazzucato inscena Login, spettacolo interattivo prodotto dalla SITIScuola Internazionale di Teatro all’Improvviso sempre diretta dalla giovane attrice. Il Teatro Studio Uno apre di nuovo le porte al talento della Mazzucato, già incontrata nel corso delle kermesse romana Fringe Festival 2016 .

La performance è costruita alla classica maniera dei match di improvvisazione, per i quali non è richiesto alcun tipo di testo. Il pubblico, di norma, diventa partecipe di ogni rappresentazione, tanto da ispirare ogni vicenda: nella consuetudine è chiamato, infatti, a scegliere i nomi dei personaggi, una location e una situazione tipo, sulla quale gli attori sviluppano la loro storia inventata, sempre unica e irripetibile. In questo contesto gli spettatori di Login, ricevono all’ingresso una scheda sulla quale inserire i dati di un ipotetico account Facebook.

I quattro attori che, a rotazione, animano Login, raccolgono una scheda ciascuno, sulla quale basare la situazione inusuale e fuori dall’ordinario; gli astanti potranno così votare per mezzo di un reale “like” (pollice all’insù), le storie più divertenti alle quali si è assistito. Una gara, quindi, ad eliminazione che vedrà sopravvivere un solo protagonista.

login_19-22-gennaio_teatro-studio-uno_foto4

Il senso dello spettacolo è far vivere una vita ai personaggi che, altrimenti privi dei connotati dati dal pubblico, resterebbero senza azioni e senza scopo. I quattro protagonisti si rivelano attori efficaci: reattivi e capaci di prendere spunto dai suggerimenti del pubblico, danno vita, sul momento, a storie immaginarie, le quali crediamo siano sviluppi di esercitazioni già sperimentate. Il lavoro attoriale della compagnia, infatti, è basato sul MITMetodo di Improvvisazione Teatrale codificato e inventato dalla Mazzucato, che si rivela anche in questo sempre esplosiva ed energica sotto ogni punto di vista.

Dello spettacolo parleremo meno, visto che ogni serata è decisamente diversa dalle altre e dilungarsi sulla “trama” non avrebbe molto senso. In generale, possiamo dire di aver notato un buon coinvolgimento degli attori, una sincera empatia degli stessi e un’esperienza non indifferente. Tuttavia, alcune incertezze hanno rasentato il nonsense, quello caotico, a causa del mancato nesso causa effetto delle azioni: invece di sfociare nella risata, al contrario sfocia nella mancata comprensione del messaggio che si voleva dare alla performance. Quest’ultima, infatti, lascia intendere che si basi su una formula già consolidata (quella dei matches e ripresa in modo diverso) e forse ispirata alla realtà, proponendo dei clichè, senza alcuna innovazione.

Il pubblico ne esce un po’ disorientato, in quanto buchi narrativi e sperimentazione sono percettibili. Un vero peccato, perché la passione che ci si mette è tanta e siamo certi che come compagnia vedremo loro fare di meglio. Login rimane comunque una buona occasione per vedere dal vivo esercizi di improvvisazione in una lieta atmosfera.

Maurizio De Benedictis

 

 

Teatro Studio Uno

dal 19 al 29 gennaio

Login

regia Giorgia Mazzuccato

con Marco Allegretti, Maria Beatrice Alonzi, Paolo Berini, Simone Congedo, Simona Faustino Ventapane, Sara FraiettaSilvana Lagrotta, Emanuela Ghini, Giorgia Mazzucato, Dario Paltera, Maria Teresa Robusto, Viviana Valastro e Mauro Vottari

 

 

creative commons

Quest’ opera di

https://brainstormingculturale.wordpress.com/
è concesso in licenza sotto la
Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported

Based on a work at brainstormingculturale.wordpress.com