La Resilienza

Nuove sperimentazioni

L’improvvisazione teatrale cresce. Creandosi i suoi spazi nell’ambito teatrale, si avvale della fantasia, e degli spunti del pubblico, sempre richiesti. La Resilienza – Studi di improvvisazione teatrale – Teatro Stanze Segrete di Roma – dal 13 al 15 gennaio, è infatti un nuovo esperimento proposto da Assetto Teatro

img_879450 minuti sono necessari per immergersi in una nuova storia, che mai si ripeterà: infatti, si assiste sempre ad un’unica replica della rappresentazione in questione. Urge dire che grazie a una suggestione la costruzione della storia prende forma. Disporre un tavolo nello spazio è lo spunto iniziale.

Assistiamo, dunque, alla vita di una coppia in crisi. Lei, Luisa (Giorgia Calcari), è stanca del marito; lui, Mario (Patrizio Cossa), un artista e non ascolta la moglie; Vellucci, invece, interpreta il fratello di Mario. Ma per essere stata la prima sperimentazione interattiva, l’esibizione non è stata eccellente, poiché il livello recitativo non è stato dei migliori. I toni adottati, infatti, sono risultati piuttosto discorsivi, rispetto alle capacità attoriali dei tre improvvisatori, di cui abbiamo già avuto prova in precedenti contesti

Lo scopo è anche quello di porre delle domande ad alcune persone attive del pubblico, alle quali si richiede di seguire con attenzione ciò che avviene in scena. Le domande sono infatti funzionali all’attore: sono input necessari affinché – in base al contesto che si crea in scena – il personaggio entri in crisi e si metta in discussione rispetto la specifica situazione.

img_8795La resilienza, di per sé, è una parola complessa da analizzare. Definisce la capacità di un individuo nel saper affrontare e superare un evento traumatico o un periodo difficile, con positività e senza alienare la propria personalità. Dunque, mettere in luce qualcosa di profondo e di psicologico significa azzardare: spingersi più in là di quello che si dovrebbe.

In quasi un’ora, infatti, non si può pretendere di sviscerare un mondo che nasconde micro-mondi, pensando di approfondire dinamiche complesse, le quali appunto richiedono forza di resistenza di fronte ai momenti difficili, di sofferenza, in cui pazientare è d’obbligo, e permette di capire come andare avanti.

In questo contesto ci troviamo di fronte a dei punti di vista labili e forse poco concreti, sebbene risultino spunti di riflessione. Luisa è stanca del marito. Lei è un’artista di miniature: parte dalle piccole cose; lui, Mario, si vuole esibire in grande, organizzando una performance esperienziale in casa sua, in salotto. Ciò che turba Luisa sono proprio queste sperimentazioni che il marito vuole per forza sviluppare, mettendo l’appartamento in subbuglio e spostando i mobili da una parte all’altra. Ma se questo scompiglio non avesse avuto luogo, l’evoluzione del rapporto (stantio da tanto tempo) non sarebbe mai avvenuta.

img_8791I due mondi – il piccolo e il grande – però, non è detto che non possano coincidere e convivere. Infatti il lavoro assiduo e persistente sovverte le dinamiche createsi all’interno dell’abitazione. Il fratello di Mario riesce a far capire ad entrambi la forza che hanno, le loro potenzialità, e a far osservare loro i punti di vista negativo e positivo, quello delle cose buone. Si trova così un nuovo modo di andare avanti, di volersi bene e di risolversi da ambo le parti.

Osservandosi, ci si guarda dentro. Si comprende che trattenere non è necessario: non fa bene. Parlare guarisce, perché altrimenti ci si costringe e ci si chiude, continuando a erigere muri, che nostro malgrado vanno abbattuti.

Non possiamo sapere quali storie hanno preso vita le serate successive. L’improvvisazione, si sa, sorprende sempre. Ma possiamo affermare che questa idea necessita di essere lavorata e perfezionata, per trovare la sua chiave e essere proposta al pubblico con più ritmo e acume.

Annalisa Civitelli

 

Teatro Stanze Segrete

dal 13 al 15 gennaio

La Resilienza – Studi nudi di improvvisazione teatrale

con Patrizio Cossa, Max Vellucci e Giorgia Calcari

 

 

Licenza Creative Commons

Quest’ opera di

https://brainstormingculturale.wordpress.com/
è concesso in licenza sotto la
Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported

Based on a work at brainstormingculturale.wordpress.com