Decameron

Nuova vita per Boccaccio

La bellissima cornice dello Spazio Diamante di Roma apre le proprie porte al “Decameron” di Khora Teatro, una rivisitazione di alcune novelle di Boccaccio portate al pubblico in una veste sofisticata e particolarmente evocativa grazie alla regia di Andrea Baracco

Sei novelle del “Decamerone” di Giovanni Boccaccio vengono drammatizzate con una riuscita messinscena ricca di idee e il contributo di un cast di attori giovanissimi e straordinariamente bravi: Andrea Baracco dirige uno spettacolo corposo e pieno di dinamismo.

La giovane età degli attori giustifica e rafforza la natura fisica e contemporanea del lavoro, in cui accompagnamenti musicali moderni e performance ricche di potenza atletica si fondono fino a creare una continuità fluida e scorrevole tra le diverse novelle narrate.

È percepibile con facilità come l’intero lavoro sia il risultato di una collaborazione tra regista ed attori che insieme ottengono un risultato apprezzabile e di grande effetto.

La connotazione prettamente satirica della raccolta scritta viene sapientemente messa da parte per lasciare alla rappresentazione uno spirito più raffinato e sofisticato, esperimento che coglie nel segno e rende tutta l’opera un’ottima pagina di teatro.

Particolarmente riuscita la drammatizzazione della novella “La moglie classica” che chiude lo spettacolo: splendida prova di Luca Terracciano e Oskar Winiarski, precisi e viscerali.

Gabriele Amoroso

Foto: Cecilia Ricchi

 

 

Spazio Diamante

dal 17 novembre al 3 dicembre

Decameron

regia Andrea Baracco

interpretato da dieci attori under 35

dramaturgia Maria Teresa Berardelli 

collaborazione alla regia Elisa Di Eusanio

Prologo (Luigi Testoni)

Ferondo, il cornuto in purgatorio

a cura di David Marzi e Alessio Stabile

con Alessio Stabile (Ferondo)

David Marzi (Priore/Narratore), Viviana Picariello (Moglie di Ferondo) e Oskar Winiarski (Aguzzino)

Il conte di Anversa, ovvero chi non dice donna dice danno

a cura di Aurora Cimino e Luigi Testoni

con Aurora Cimino (Principessa), Luigi Testoni (Conte di Anversa/Narratore), Mauro D’Amico e Giulia Visaggi (Figli del Conte)

La pietra diversa

a cura di Aurora Cimino, Melania Genna, David Marzi, Luca Terracciano Giulia Visaggi

con Luca Terracciano (Calandrino), Viviana Picariello (Bruno), Aurora Cimino (Buffalmacco), David Marzi (Maso del Saggio/Narratore), Giulia Visaggi (Narratore/Amico di Maso del Saggio/Tessa)

Ser Ciappelletto, ovvero fino all’ultimo respiro e oltre

a cura di Ivano La Rosa e Viviana Picariello

con Ivano La Rosa (Ciappelletto), Viviana Picariello (Narratore/Musciatto), Luca Terracciano (Prete)

La moglie classica

a cura di Alessia Pellegrino e Oskar Winiarski

con Oskar Winiarski (Tito), Luca Terracciano (Gisippo/Narratore), Alessia Pellegrino (Narratore/ Sofronia)

Nastagio degli Onesti e lo psicodramma diabolico

a cura di Mauro D’Amico e Giulia Visaggi

con Mauro D’Amico (Nastagio), Giulia Visaggi (Signorina Traversari), Ivano La Rosa (Cavaliere dell’Inferno) e Aurora Cimino (Donna dell’Inferno)

Epilogo (Mauro D’Amico)

Drammaturgia originale realizzata dagli stessi attori che prevede la messa in scena di sei novelle tratte ognuna da una giornata del capolavoro del Boccaccio. Lo spettacolo nasce da un percorso laboratoriale di recitazione e drammaturgia tenuto dallo stesso Andrea Baracco coadiuvato dalla dramaturgia Maria Teresa Berardelli e con la collaborazione alla regia di Elisa Di Eusanio. Realizzato dal centro ricerca Link Theatre nell’ambito del progetto DECAMERON LAB tenutosi quest’estate. L’obiettivo del progetto è stato coniugare formazione e messa in scena di una riscrittura tratta dal “Decameron” di Boccaccio rivolta a un pubblico trasversale, in particolar modo ai giovani.

 

 

Licenza Creative Commons

Quest’ opera di

https://brainstormingculturale.wordpress.com/
è concesso in licenza sotto la
Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported

Based on a work at brainstormingculturale.wordpress.com