Incendies

Al centro della guerra

“Incendies” è un testo cruento e tagliente: la versione ospitata allo Spazio Diamante di Roma dal 26 gennaio al 4 febbraio rispetta fedelmente le circostanze descritte dall’autore libanese Wajdi Mouawad, narratore di uno dei tanti aspetti della guerra

Due gemelli canadesi vengono persuasi da un notaio a recarsi in Libano per consegnare delle misteriose lettere a loro lasciate dalla madre ormai defunta. Il contenuto delle stesse verrà chiarito attraverso due diversi momenti storici che descriveranno aspetti terrificanti ed incredibili di un conflitto in medioriente, un conflitto dove non esiste quasi nulla di umano. 

“Incendies” narra di una guerra attraverso un’osservazione privata, non ne illustra il suo orrore più ovvio ma racconta una guerra familiare, personale. Ed è proprio da questo concetto che si evince come un evento così catastrofico sconvolga necessariamente anche i rapporti più stretti e indivisibili, nel bene e nel male. L’opera teatrale di Wajdi Mouawad si veste di realtà e riesce a turbare lo spettatore perché quella è la reazione più giusta da avere.

Massimiliano Vado è a capo di una rappresentazione profondamente cruda ed estrema da cui deriva una regia che insiste sul realistico, su una messinscena diretta e senza troppi simbolismi: tutto questo si traduce in un lavoro concreto e fisico, assolutamente fedele alle intenzioni del testo. Oltretutto il bravissimo Vado si concentra su una costruzione scenica essenziale ma potente, privilegiando la forza evocativa delle luci a quella della musica.

Lo stesso regista dirige senza tabù il gruppo di interpreti i quali diventano un valore aggiunto dell’intero spettacolo non risparmiandosi mai in nessuna azione o battuta. Tra tutti vanno menzionati i protagonisti, David Marzi e Giulia Fiume, due giovanissimi attori capaci e coraggiosi.

“Incendies” è uno spettacolo pervaso dalla rabbia e dal senso di incomprensibile proprio della guerra: va seguito con attenzione e questa prerogativa permette allo spettatore di sentirsi totalmente immerso nella realtà che il testo racconta. Fondamentalmente l’opera porta ad emozionarsi e provare sensazioni quasi epidermiche, non necessariamente positive, ma sicuramente vere.

Gabriele Amoroso

 

 

Spazio Diamante

dal 26 gennaio al 4 febbraio

Incendies 

di Wajdi Mouawad

traduzione, adattamento e regia Massimiliano Vado

con Giulia Fiume, David Marzi, Giacomo Bottoni, Eleonora BelcaminoFederico Le Pera e Massimiliano Vado

musiche Roberto Procaccini

voce Anna Vinci

 

 

Licenza Creative Commons

Quest’ opera di

https://brainstormingculturale.wordpress.com/
è concesso in licenza sotto la
Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported

Based on a work at brainstormingculturale.wordpress.com